Antonello Zappadu / L’incubo di Berlusconi

Su “Panorama” del 28 maggio 2009 viene lanciato il servizio che accusa Antonello Zappadu di aver richiesto un milione e mezzo di euro al premier Silvio Berlusconi per le foto riprese a Villa Certosa. Seguiranno le denunce e l’intervento del garante che sequestra tutto il materiale .
Quando “El Pais” quotidiano spagnolo, il 5 giugno pubblica solo cinque di quei “presunti scatti bollenti”, l’intero mondo mediatico va in tilt: duecento tra le più importanti emittenti mondiali aprono i loro notiziari con ampi servizi su questo colossale scoop. Ma qual’è la verita dietro questa storia? Questo libro la racconta, riprendendo le vicende del fotoreporter che dagli anni Ottanta in poi ha documentato i sequestri di persona in Sardegna, partecipato alla liberazione di Farouk Kassam, cercato Ingrid Betancourt rischiando di esser venduto alla guerriglia, ritratto i tagliatori di teste dell’Amazzonia, i campi di addestramento di Gladio, e dal 1994 in poi seguito molto da vicino Silvio Berlusconi. Senza tralasciare niente – dagli aneddoti ai documenti esclusivi, dalle foto su “Oggi” nel 2007 alle ultime clamorose rivelazioni – Salvatore Zappadu racconta un’altra storia italiana, la nostra storia, in difesa della libertà di stampa.

L’incubo di Berlusconi
Alberto Castelvecchi Editore
pagine: 185
prezzo: € 12,00

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *