Scusatemi ma oggi sono triste per le notizie che mi arrivano dall’Europa

Screenshot 2017-07-04 07.33.30

“La soluzione finale”

 

Io ho la soluzione DEFINITIVA per il flusso di emigranti: riapriamo i campi di concentramento, i forni e le camere a gas. Così ci togliamo dalle palle questa massa di negri morti di fame e puzzolenti. Riattiviamo Bergen-Belsen, Auschwitz, Chełmno, Bełżec, Jasenovac, Dachau e quant’altri campi di lavoro e di sterminio ci possano servire allo scopo.

Certo tutto questo ha un costo, ma con lo sfruttamento dei minori, della prostituzione delle donne (mogli e figli degli  degli stessi emigranti)  si può tranquillamente “pareggiare i conti”…

E quando mai potremo pareggiare i conti con questa gente, gli abbiamo sfruttati, gli abbiamo violentato le loro donne, resi schiavi e fatto della loro carne business per gli schiavisti, non contenti gli abbiamo invaso le loro terre, rubato le loro ricchezze, le loro energie, la loro anima, gli abbiamo imposto i nostri Dei, le nostre lingue, le nostre monete, gli abbiamo armati e insegnato ad usarle contro se stessi, resi nostra pattumiera a cielo aperto, creato dittatori sanguinari e commerciato con questi.

Belgio, Francia, Spagna, Germania, Italia, Inghilterra, Olanda, Portogallo sono state le peggiori nazioni, le più merdose e massacatrici che nel tempo hanno fatto di quel continente terra di ogni aberrazione che l’uomo abbia pensato ed immaginato.

Ed ora gli chiediamo di starsene buoni, di rimanere lì in quella terra di sofferenza, fame e di guerre. Ma se davvero dovessero invaderci, se per davvero dovessero presentarci il conto, il loro conto per tutto quello che hanno subito per colpa nostra ne avrebbero il santo diritto… allora come potremo estinguere questo conto? Di certo non basterebbero 10 secoli per rimediare alla nostra arroganza.

Invece ci chiedono solo Umanità, quell’Umanità che non abbiamo, quell’Umanità che questa Europa di merda non ha, non ha mai avuto e non avrà mai.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *