Il futuro del Caimano: Imperatore di Antigua

controbuiodi Paolo De Gregorio, 15 maggio 2013

E’ veramente deprimente continuare a subire, a reti ed edicole unificate, gli ululati del Caimano ferito che intona il “mantra” dove continua a straparlare di toghe rosse, di invidia, di odio, di uso politico della giustizia, mentre egli è l’unico politico italiano che è riuscito a piegare la giustizia ai suoi comodi facendosi approvare leggi su misura, cosa che non era riuscita né a Craxi né ad Andreotti.

Francamente non capisco l’ostinazione con cui vuole restare in scena, con i suoi 76 anni sul groppone, costretto a frequentare l’ambiente mefitico del suo partito, in mezzo a mediocri, ladri, furbacchioni, bagasce, acquistati al mercato del bestiame parlamentare, mentre con la sua enorme disponibilità potrebbe comprarsi il titolo di imperatore di Antigua, isola tropicale con annesso paradiso fiscale, dove il vecchio puttaniere sa già dove alloggiare, e da lì spernacchiare la Boccassini e le toghe rosse che gli danno la caccia.

Come imperatore di Antigua non sarebbe estradabile e potrebbe far approvare una legge “ad personam” con cui fissa la maggiore età per le fanciulle a 14 anni, con la clausola accessoria dello “ius primae noctis” con le promesse spose della pittoresca isola.

Al contempo si potrebbe togliere la soddisfazione di non dare più un euro alla sanguisuga Veronica, fare marameo a De Benedetti che aspetta 500 milioni di euro dal caso Mondadori, risparmiare gli stipendi di decine di olgettine che lo ricattano.

Caro, Berlusconi, noi non ti odiamo, anzi francamente ci fai un po’ pena nel vederti compreso in una parte di statista responsabile sempre teso al bene della nazione, che proprio non ti si addice, esci dalla commedia, goditi quei pochi anni che ti restano con tutte le ragazzotte che vuoi, che naturalmente faranno la fila dietro la porta della tua casa, che sicuramente coinvolgerai in cene eleganti con musiche di Apicella.

PDL e PD, orfani della tua illuminata guida cadranno in depressione, e cederanno tutto il potere al M5S e si prevede che molte toghe rosse, frustrate dalla tua dipartita, tenteranno il suicidio.

1 Comment

  1. Sei un grande!!! 🙂

Rispondi a max Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 3 =

Translate »