Cos’ha detto Marina a B.

di Marzio Brusini

Alla famosa cena, Bisignani non c’era: la sua sparata sulla primogenita premier era una balla. Invece, la figlia ha spiegato proprio di non voler fare politica. In più, se l’è presa con Ghedini, le sue sconfitte e le sue parcelle

Schermata 2013-07-04 a 22.48.56

banner_espressoTutti parlano della cena di fine giugno tra Silvio Berlusconi e figli, ma quasi nessuno di quelli che l’hanno commentata vi ha realmente partecipato. Tantomeno Luigi Bisignani, cui si deve la versione strombazzata su tutti i giornali e le televisioni secondo la quale Marina Berlusconi ne sarebbe uscita come erede designata del Cavaliere in politica.

La cena c’è stata realmente, ma l’esito è stato del tutto differente: la presidente di Mondadori ha chiesto infatti al padre di rinunciare addirittura alla politica. Nel corso della vivace conversazione non è mancata una stoccata alle strategie dei suoi legali e soprattutto alle ingenti parcelle fin qui pagate.

Marina si è dimostrata molto preoccupata non solo per la caduta del titolo Mediaset in Borsa a seguito della condanna del padre per il processo Ruby, ma soprattutto per quello che potrebbe succedere in futuro. A cominciare dagli esiti della sentenza in Cassazione sulla vicenda Mediaset sulla compravendita dei diritti tv prevista per l’autunno.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre − uno =

Translate »