Covid-19

lingue

 
ULTIM’ORA

Coronavirus. In Brasile, 600 morti in 24 ore. Quasi 100mila i casi di contagio in Iran

La Colombia prolunga il confinamento fino al 25 maggio. Primo caso a Sanaa, in Yemen: “Se il contagio di dovesse allargare sarebbe uno scenario da incubo”, hanno denunciato le organizzazioni internazionali

Coronavirus en Bogotà/Colombia
06 maggio 2020 – La nuova  pandemia di coronavirus ha ucciso oltre 250.000 persone in tutto il mondo. Secondo un bilancio di Afp le vittime con precisione sono 254.532, mentre i casi totali sono 3.629.160.  In Cina 82.883 i casi In Cina salgono a 82.883 i casi di coronavirus. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 2 casi importati. 4.633 i decessi dall’inizio della pandemia. Individuati altri 20 asintomatici. In Messico invece ci sono stati 1.120 nuovi casi, portando così il totale a 26.025, i morti sono saliti a 2.507(+236).  600 morti in 24 ore in Brasile, cifra più alta dall’inizio della pandemia Sono 600 i decessi registrati nelle ultime 24 ore in Brasile, la cifra più alta dall’inizio della pandemia. Lo rivela il ministero della Salute, informando che i nuovi contagi sono stati 6.935, per un totale di 114.715. La cifra totale delle vittime accertate è 7.921.   Colombia prolungato il confinamento fino al 25 maggio Il confinamento imposto dalla Colombia per far fronte all’emergenza coronavirus sarà prolungato di due settimane, fino al 25 maggio.


Lo ha annunciato il Presidente Ivan Duque. Il settore delle costruzioni e l’industria manifatturiera possono comunque riprendere le loro attività a condizione che mettono in pratica il protocollo di sicurezza. Nel Paese i casi sono 8.600, mentre i decessi salgono a 378. Iran: Quasi 100 mila i casi di contagio, 6.340 i decessi L’Iran ha registrato ufficialmente quasi 100 mila casi di contagio di Covid-19: nelle ultime 24 ore, sono risultate positivo altre 1.323 persone sono risultate positive, portando il numero di casi confermati in Iran a 99.970. Lo ha reso noto il portavoce del ministero della Salute, Kianouche Jahanpour. Il bilancio totale dei decessi è arrivato invece a 6.340, facendone il Paese più colpito in Medio Oriente. Le cifre del governo sono considerate ampiamente sottostimate da alcuni esperti stranieri, ma anche da diversi funzionari iraniani.  Primo caso di coronavirus a Sanaa. Scenario da incubo se contagio si dovesse allargare Primo caso di coronavirus a Sanaa, la capitale dello Yemen. Ad annunciarlo è stato il governo controllato dai ribelli Houthi, precisando che il contagiato è un somalo. La diffusione del Covid-19 desta particolare allarme a causa della devastazione in cui versa lo Yemen, scosso da oltre cinque anni da una terribile guerra civile, con un sistema sanitario al collasso. Finora sono stati registrati 12 casi di coronavirus e due morti in tre province – Hadramut, Taiz e Aden – ma se il contagio si dovesse allargare sarebbe uno scenario da incubo, hanno denunciato le organizzazioni internazionali. Quasi l’80% della popolazione fa affidamento sugli aiuti umanitari per sopravvivere e 10 milioni rischiano di morire di fame.  RAINEWS24

 

1.442 Comments

  1. Esta pagina es muy buena se las recomiendo a todos porque te informa de lo que pas + sisisi08

  2. hola esta paguina es la mejollll me encanta muy buena uwu POR SI ACASO ME LLAMO EN ROBLOX RACHELITA123UWU

  3. Ta buena la pagina ;0

  4. esta pagina es la megor

  5. Que buena pagina muy buena la recomiendo mucho + rodriPAWA

  6. Es una muy buena pagina de verdad vale la pena y también es muy útil + ELI43XZPRO3

  7. Les recomiendo muchoo este es real mi pesadiña a acabado de pelotocino 🙂 fernanfloteko123

Rispondi a Vania Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove − 3 =

Translate »