La protesta degli Alcoa torna esplosiva Operai nella polveriera di Domusnovas

In marcia verso la polveriera di Domusnovas. E’ la nuova iniziativa degli operai dell’Alcoa che, dopo l’assemblea nello stabilimento di Portovesme, stamattina hanno di nuovo dato fuoco alle proteste.
Si era inizialmente pensato a una nuova incursione a Cagliari, davanti ai palazzi della Regione. Invece gli operai dell’Alcoa, dopo l’assemblea svolta a Portovesme, hanno deciso di dirottare su Domusnovas.

“La manifestazione di questa mattina dei lavoratori dell’Alcoa nella fabbrica di esplosivi di Domusnovas è un gesto simbolico molto forte che rappresenta quanto sia esplosiva la situazione”. Questa la dichiarazione del sindaco di Villamassargia Franco Porcu davanti all’ingresso dello stabilimento di Rwm Italia. “Il Governo deve intervenire al più presto – aggiunge Porcu – quanto sta avvenendo è il segno della disperazione tra i lavoratori e nelle famiglie e nelle famiglie del territorio dove sta mancando il reddito. Per questo motivo i sindaci sostengono questa battaglia perché il Sulcis sta andando verso un progressivo impoverimento”. Assieme al sindaco di Villamassargia, portavoce degli amministratori dei 23 Comuni del Sulcis, anche il sindaco di Domusnovas Angelo Deidda, mentre tutta la zona resta presidiata dalle forze dell’ordine che stanno mantenendo sotto controlla la situazione.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

deandre