In Australia i pacchetti di sigarette senza logo, ma con foto choc

In Australia i pacchetti di sigarette senza logo, ma con foto choc


L’obiettivo è quello di togliere ogni tipo di fascino al fumo e così combattere e prevenire il tabagismo

SYDNEY
L’Australia è diventato il primo Paese al mondo con i pacchetti di sigarette venduti in pacchetti senza pubblicità né logotipo dell’azienda produttrice: l’obiettivo è quello di togliere ogni tipo di fascino alla sigaretta e così combattere e prevenire il tabagismo.

Tutte le sigarette dovranno essere vendute in pacchetti identici, di color verde oliva, con la marca del tabacco scritta con lo stesso carattere tipografico e le immagini di malattie legate al fumo. Le avvertenze sui rischi per la salute dovranno occupare almeno il 75% della parte frontale del pacchetto e il 90 per cento di quella posteriore.

Il ministro della Sanità Tanya Plibersek ha ricordato che le misure mirano a rendere il meno attraente possibile il fumo. «Se possiamo impedire ai giovani di cominciare, è qualcosa che li aiuterà per tutta la vita», ha detto, osservando che la proporzione di australiani fumatori è scesa dal 50% dopo la seconda quella mondiale al 15% attuale, e il governo mira a ridurla a meno de 10% entro il 2018.

La British American Tobacco ha avvertito che la normativa causerà l’esplosione del mercato nero perché i pacchetti anonimi faciliteranno la contraffazione a beneficio soltanto del crimine organizzato, mentre la sua rivale Philip Morris ha promesso una lunga battaglia giuridica, in difesa del marchio e della proprietà intellettuale, davanti a fori internazionali.L’esempio dell’Australia ha tuttavia riscosso consensi internazionali, tanto che l’Organizzazione Mondiale della Sanità; ha esortato il resto del mondo a seguirlo.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

deandre