Corsica: ondata di attentati contro speculazione edilizia

Corsica: ondata di attentati contro speculazione edilizia





di Redazione Contropiano
Ondata di attentati dinamitardi nella notte in Corsica, contro numerose abitazioni estive. Secondo quanto riferiscono i media francesi e la polizia, ad essere prese di mira sono state 24 ville usate dai vacanzieri durante l’estate. Tutte le abitazioni – alcune ancora in costruzione – erano vuote e le esplosioni non hanno provocato feriti ma hanno completamente distrutto i fabbricati. La sigla dell’Flnc-Uc, la fazione dissidente del Fronte nazionale di liberazione corso è stata trovata sui muri di una delle ville colpite. Il Fnlc colpisce spesso le ville estive usate dai cittadini francesi o italiani provenienti dal continente, accusando i costruttori di deturpare il paesaggio costiero e di provocare l’aumento dei prezzi delle abitazioni.
Secondo fonti vicine agli investigatori un militante nazionalista é stato trovato in possesso di esplosivo e fermato in durante un controllo di routine prima degli attentati.
Quella di questa notte è la terza serie di attentati da gennaio in Corsica. In maggio il Flnc aveva fatto saltare altre case di proprietà di francesi e italiani, definite simbolo della ”espropriazione” della terra corsa e della ”deriva speculativa”. A settembre era toccato alle grandi catene di distribuzione accusate di arricchirsi alle spalle della popolazione dell’isola.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici + dodici =

Translate »