Colombia: dentro Siloè uno dei quatrieri più pericolosi di Cali

Colombia: dentro Siloè uno dei quatrieri più pericolosi di Cali

Dal libro “La Bamba” di Berizzi  e Zappadu


(…) Uno dei quartieri più famosi per la raffinazione è Siloè. Se ci arrivi di notte, aggrappato come è alla collina, con le sue luci sembra un presepe. Agli inizi del 2000 i politici ordinarono ai Generali di organizzare una mega irruzione: entrare a Siloè con l’esercito. Partì il blitz delle teste di cuoio. I combattimenti durarono giorni con decine di morti da entrambe le parti. Da allora molte le case di Siloè sono state tinteggiate di bianco, un segno tangibile di pace per dire: “vogliamoci bene”. Più che una pace, però, è una tregua armata, con equilibri delicatissimi. A Siloè si continua a raffinare, e le forze dell’ordine, dopo la mattanza di dieci anni fa, si guardano bene dal “disturbare” le bande di produttori. (…)

 

Tutte le immagini sono soggette a copyright ©ZAPPADU,
per qualuque informazione scrivete nella pagina contatto

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × tre =

Translate »