Barisardo, ex sindaco in cella “Dammi dei soldi o ti licenzio”

Barisardo, ex sindaco in cella “Dammi dei soldi o ti licenzio”

Pretendeva il venti per cento dell’assegno di maternità della sua dipendente, ma è finito in carcere con l’accusa di estorsione.

banner-unioneL’Italia, si sa, non è un Paese per giovani e tantomeno per donne. Specie se aspettano un bambino. Quella che vi proponiamo di leggere è una brutta storia, tutta sarda, che riguarda una giovane lavoratrice, la cui unica colpa è stata quella di rimanere incinta. E’ successo a Barisardo e coinvolge l’ex sindaco e una ventenne di Lanusei .

Salvatore Chiai, ex sindaco di Barisardo, titolare del bar-pasticceria Baricentro, è stato arrestato ieri pomeriggio dagli agenti della guardia di finanza di Tortolì che lo hanno sorpreso in flagranza di reato mentre si faceva consegnare poco meno di duecento euro dalla ragazza.

La denuncia è di qualche giorno fa, ma il blitz delle fiamme gialle, dopo alcune ore di appostamento, è scattato al momento dello scambio di denaro.

In base alla ricostruzione degli investigatori, il proprietario del bar avrebbe costretto la neo-assunta, una ventenne di Lanusei, a un accordo forzato: appena scoperto di aspettare un bimbo, lo ha riferito al datore di lavoro che le avrebbe proposto una soluzione per evitare il licenziamento. Il 20% dell’assegno di maternità sarebbe dovuto andare a lui quale a titolo di indennità.

In un cassetto sono stati recuperati i 160 euro che la giovane aveva appena consegnato.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 2 =

Translate »