Quando Obama fu scambiato per un cameriere

Quando Obama fu scambiato per un cameriere

banner_corseraL’episodio a un party del 2003. Uno scrittore affermato lo avvicinò per ordinargli un cocktail

MILANO – Nel giorno in cui Barack Obama si è espresso con parole forti sulla sentenza del tribunale della Florida che ha prosciolta l’omicida del giovane afroamericano Trayvon Martin e sul dramma della discriminazione razziale negli Usa, la giornalista Katie Rosman del Wall Street Journal ha ricordato con un tweetun singolare episodio di dieci anni fa quando il futuro primo Presidente di colore degli Stati Uniti fu scambiato per un cameriere durante un party a Manhattan. L’aneddoto era già stato raccontato dalla reporter sul suo blog nel 2008 in un post intitolato «Prima che diventasse Presidente», ma ora è diventato un vero e proprio tormentone in Rete (tanto che il tweet è stato ritwittato più di 270 volte).

«PORTAMI UN COCKTAIL» -E’ una calda serata del 2003 e i più importanti letterati di New York sono invitati a un party organizzato dalla giornalista Tina Brown per la presentazione del libro «Le guerre dei Clinton» di Sidney Blumenthal. Oltre agli intellettuali partecipano alla festa anche politici e personaggi più o meno famosi. Tra loro c’è anche il senatore dello stato dell’Illinois Barack Obama, che un paio d’anni dopo diventerà membro del Senato degli Stati Uniti. Il futuro Presidente è descritto dalla giornalista come «imbarazzato e fuori posto» ed è uno delle poche persone di colore presenti al party. La reporter, incuriosita, si avvicina e si presenta: Obama mostra tutto il suo carisma e le racconta la sua storia personale e la sua recente campagna elettorale. «Ciò che ricorderò sempre di quella festa – scrisse sul blog la giornalista – è che quando stavo per andarmene fui avvicinata da un ospite della serata, uno scrittore affermato, che mi chiese chi era quell’uomo di colore con cui stavo parlando. Mi disse che non pensava che fosse un ospite del party e che gli aveva anche ordinato di portargli un drink. In meno di sei anni, Obama è passato dall’essere scambiato per un cameriere dall’intellighenzia newyorchese all’essere eletto Presidente degli Stati Uniti d’America».

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 1 =

Translate »