Ricerca studia le scoregge in areoplano

notizie del mondoSiete in aereo e sentite che vi scappa una scoreggia. Cosa è il caso di fare? Trattenerla o liberarsi? Uno studio dell’Università di Copenhagen ha analizzato il problema.

La flatulenza è la naturale conseguenza della digestione” spiegano i ricercatori, “ma a volte crea problemi di tipo sociale a causa del suono e e dell’odore”. Questi problemi sono ancora più vivi quando si viaggia in aereo, sia per l’affollamento di persone, sia perché a causa della pressione della cabina cambia il volume dei gas nell’intestino, favorendo la flatulenza. “Trattenersi può essere spiacevole e avere anche conseguenze fisiche”, prosegue lo studio, “ma rilasciare comporta complicazioni sociali”.

aeroplano

La soluzione, secondo i ricercatori, è che le compagnie aeree dotino le poltroncine di cuscini ai carboni attivi, in grado di neutralizzare l’odore. Inoltre, potrebbe essere opportuno modificare i pasti in volo per limitare i rischi di flatulenza dei passeggeri. Come estremo rimedio per evitare il problema, i ricercatori ipotizzano di vietare di salire in aereo ai passeggeri a rischio di flatulenza (che sarebbero individuabili con un test del contenuto di metano nell’alito).

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *