Mesina, migliaia di ore di intercettazioni Pool di periti nominato per trascriverle

mesina

Un pool di periti sarà impegnato a trascrivere le intercettazioni nell’ambito dell’inchiesta che ha portato Graziano Mesina in carcere. I periti saranno 4 e dovranno conoscere bene il sardo barbaricino.

banner-unioneSarà un pool di periti a trascrivere le migliaia di ore di intercettazioni telefoniche effettuate dagli investigatori della Procura antimafia di Cagliari nell’inchiesta che ha portato in carcere, dopo nove anni, l’ex bandito Graziano Mesina con la sua banda, accusato di associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti. Questa mattina, davanti al Gip Giorgio Altieri, si è tenuta un’udienza-filtro interamente incentrata sulle intercettazioni da trascrivere, quelle che poi finiranno nel fascicolo dibattimentale del processo. Migliaia di file che saranno ascoltati da almeno quattro periti, alcuni dei quali dovranno conoscere bene il sardo barbaricino: lingua presente in un gran numero di intercettazioni colte dalla Direzione distrettuale antimafia guidata dal procuratore aggiunto Gilberto Ganassi. Alcuni difensori dei pochi imputati presenti hanno sollecitato l’ inammissibilità di alcune registrazioni, ma il Gip Altieri ha respinto l’istanza. Prossima udienza il 9 settembre, ancora per incarichi e perizie tecniche. Graziano Mesina era stato arrestato a giugno assieme ad altre 26 persone di varie parti della Sardegna nell’ambito di un’operazione che ha condotto allo smantellamento di due associazioni dedite al traffico di stupefacenti, entrambe – secondo l’accusa – riconducibili a l’ex primula rossa del banditismo sardo. Tra le contestazioni anche un tentativo di sequestro di persona.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − 15 =

Translate »