Donna trova pitone in lavanderia Il sesto caso nel Bergamasco

La Forestale sospetta che qualcuno li ha acquistati da piccoli e poi ha deciso di liberarli nelle pitonecampagne

banner_corseraPer la sesta volta da ottobre in un paese della provincia di Bergamo è successo che qualcuno si sia trovato faccia a faccia con un pitone o un boa. Dopo l’ultimo caso, solo cinque giorni fa, di un boa constrictor che una signora di Seriate si è trovata sul terrazzo di casa, stavolta si tratta di un pitone reale, che una donna di Bonate Sopra si è ritrovata nella lavanderia di casa.

CON LA PALA – La signora ha chiamata due amiche, e con il loro aiuto ha preso una pala, ha spostato il grosse serpente fino a farlo entrare in una scatola, consegnandola infine ai vigili del fuoco. Come nei casi precedenti non si riesce a capire da dove possa essere arrivato il serpente: la Forestale sospetta che si tratti sempre di qualcuno che li ha acquistati da piccoli e poi, trovandosi in difficoltà a gestire un pitone adulto di quelle dimensioni o dovendo partire per le vacanze, ha deciso di liberarlo nelle campagne. (fonte: Agi)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 + undici =

Translate »