L’ARMA LETALE DI WIKILEAKS – UN MEGAFILE CRIPTATO E’ L’ “ASSICURAZIONE SULLA VITA” DI MANNING?

Sabato notte Wikileaks ha postato sulla sua pagina Fb un file di

Bradeley Manning

Bradeley Manning

400 giga (criptato) chiamato “Insurance” – Se non è un bluff, può far “saltare per aria” il mondo intero: potrebbe contenere immagini e files superscottanti – L’annuncio a poche ore dalla sentenza contro la “talpa” Bradeley Manning… 

Maria Grazia Bruzzone per La Stampa.it

banner_lastampaL’annuncio arriva sabato notte sulla propria pagina Facebook, direttamente da WikiLeaks. Con tanto di riferimenti per arrivare all’enorme file appena postato, pesante quasi 400 Gigabytes e chiamato Insurance, assicurazione. Lo stesso annuncio segue poco dopo su Twitter. In base alle istruzioni i files possono in teoria essere aperti e scaricati da chiunque via torrent (un protocollo che consente la distribuzione di files ). Se non che nessuno può farlo perché sono criptati – e WikiLeaks naturalmente non ha fornito la chiave, finora.

L’ultimo dato fornito, aes256, con ogni probabilità sta per Advanced Encryption Standard-256bits, spiega il post di Business Insider che riferisce la notizia.
Si tratta di un sistema di blocco che anche la NSA – la National Security Agency americana – ha approvato per garantire la sicurezza dei suoi files top secret.

Cosa contenga questo mega file nessuno può indovinarlo, ma in poche ore sul web si sono accumulate una quantità di speculazioni. Ne dà conto daylydots.com, in un post che ha già avuto 2200 condivisioni. (I likes sul sito di WL sono stati 2.284,270, vedi foto)

Pur senza nessun appiglio, gli internauti sembrano essersi convinti che quella “assicurazione” sia una sorta di parola in codice per far recedere il governo Usa – arrivando nel momento in cui sta per arrivare la sentenza al celebre processo WikiLeaks contro Bradeley Manning, il giovane soldato americano che due anni fa ha rilasciato i files secretati che fecero tanto scalpore, creando non pochi problemi alla diplomazia Usa. Una specie di ricatto, detto brutalmente.

La dimensione di uno dei files è di 349 gigabytes, il che – secondo il post significa 1) che vi è sono abbastanza testi da alimentare una crisi della sicurezza nazionale per i prossimi 300 anni, oppure 2) che vi è un certo numero di riprese video molto sensibili.

“Ho la sensazione che questi stanno per diffondere del materiale serio”, commenta su Facebook tal Angel Gabriell.

WikiLeaks ha rilasciato i files improvvisamente e ha chiesto al pubblico di “guardarli” su Facebook e Twitter, che non è proprio il posto dove vai a scaricare materiali di intelligence classificati. Eppure le teorie più popolari fra i commentatori di Facebook, Reddit, Hacker News, ipotizzano che i dati contengono informazioni sulle identità degli agenti segreti americani attualmente in servizio in giro per il mondo – osserva il post.

WikiLeaks ha sempre cancellato i nomi, rendendoli anonimi, per proteggere le loro identità. Ma con un file chiamato “assicurazione” alcuni commentatori scommettono che il sito dei leaks – tornato alla ribalta alla grande dopo il caso NSA – si stia preparando a combattere ogni governo che vuol tenere le sue informazioni fuori dalla portata del pubblico.

Un’altra teoria popolare è che i files contengano un’intera discarica venuta fuori dall’ultimo eroe di WikiLeaks, Edward Snowden. “Può darsi che Snowden abbia scaricato i dati di un intero mainframe (un computer di quelli grandi che contengono banche dati gigantesche, ndr) specula un utente di Reddit chiamato swiddie. ” Il file potrebbe contenere le informazioni personali – come fossero i files della Stasi – di tutti quelli che la NSA ha spiato” .

Se esistessero davvero, il file annunciato da WikiLeaks sarebbe ben più grande di 400 giga – commenta il nostro post. Che fa notare come il presunto caricamento su torrent è stato fatto intorno all’1.30 di mattina, ora dell’Est, una manciata di ore dopo che il giudice del processo del soldato Manning – che rischia 90 anni per aver reso pubbliche le info top secret – ha fatto sapere di essere pronta a decidere. La sentenza, riferisce l’agenzia Reuters, è attesa per lunedì 19.

Se i files sono una “assicurazione” per trattenere il governo dallo stringere il nodo intorno ai colli di Manning – e di Snowden, e del fondatore di WikiLeaks Julian Assange – quello che tenta il sito è un gioco assai rischio, come minimo.

Non tutti in realtà sono persuasi che le info contenute siano tali da alzare un gran polverone. E qui il post cita altri due commenti in cui si paragona la cosa con un simulatore militare chiamato Bohemia Interactive.

Certamente, finché i files sono rilasciati senza fornire la chiave, è impossibile per chiunque, anche per lo stesso governo, guardare cosa c’è davvero dentro.
Ma se Wikileaks rilascia le chiavi al pubblico – e a tutti i governi del mondo in una volta sola – allora è possibile che la guerra sugli accessi non autorizzata ai segreti del governo diventi davvero molto più pericolosa. O molto più interessante.

Così conclude il post. In una suspence che i prossimi giorni chiariranno.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 + 12 =

Translate »