Germania, salta il viceministro verde del land: voleva l’auto blu di Angela Merkel

Schermata 2013-09-01 a 20.52.29Rimosso dall’incarico Udo Paschedag, sottosegretario all’Agricoltura della Bassa Sassonia: l’esponente degli ecologisti aveva ordinato un’Audi A8 iperaccessoriata da 245 cavalli per il suo mal di schiena. Il governatore Stephan Weil non ha perso tempo e lo ha spedito in pensione

banner repubblicaBERLINO – Una passione incontenibile per le auto di lusso. Piuttosto singolare per Udo Paschedag, viceministro all’Agricoltura della Bassa Sassonia, land tedesco nordoccidentale, ed esponente dei Verdi. Tanto travolgente da spingerlo a ordinare come macchina di servizio un’Audi A8, la stessa in dotazione alla cancelliera Angela Merkel, in una versione addirittura più aggressiva: allungata e con una potenza di 245 cavalli. Peccato che il desiderio gli sia costato il posto: il governatore socialdemocratico del Land, Stephan Weil, lo ha infatti immediatamente rimosso dall’incarico.

“Proprio un politico ecologista che lotta in favore dei limiti di velocità e contro le auto assetate di benzina si fa trasportare con una berlina da 245 cavalli con diversi extra” ha commentato polemicamente la stampa tedesca. A quanto pare, l’ormai ex sottosegretario aveva annotato su un documento che sull’acquisto della lussuosa Audi A8 “il governatore e il ministro sono d’accordo”.

Appena appresa la notizia, e senza perdere un attimo di tempo, il governatore della Bassa Sassonia ha invece spedito in pensione il cinquantottenne esponente ecologista, che in ogni caso non dovrà preoccuparsi troppo per continuare a sbarcare il lunario. Per i primi tre mesi da disoccupato percepirà uno stipendio mensile da 11mila euro. Per i prossimi tre anni scenderanno invece ad “appena” 8mila. Sul caso auto blu l’opposizione cristiano-democratica locale ha chiesto la convocazione di una commissione parlamentare. Forte l’imbarazzo dei Verdi per la faccenda, esplosa proprio nell’ultimo scorcio di campagna elettorale in vista delle elezioni per la Cancelleria del 22 settembre: per cercare di correre ai ripari il presidente dei Verdi, Claudia Roth, ha spiegato che “un sottosegretario ecologista non si prende un’auto di servizio più grossa di quella che gli spetta, ma nel dubbio una più piccola”.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

deandre