MANICHINI INSANGUINATI CONTRO LA KYENGE

Schermata 2013-09-04 a 15.14.29

Cecile Kyenge arriva a Ostia: contro di lei manichini “insanguinati”. Gli striscioni di Casa pound e Forza Nuova

banner_huffingtonTre fantocci insanguinati, uno striscione di insulti. Il ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge continua ad essere nel mirino di Forza Nuova, organizzazione di estrema destra fortemente contraria alle proposte sull’immigrazione del medico di origine congolese. Questa mattina la sezione di Ostia di Forza Nuova ha disposto davanti al municipio manichini insanguinati per ribadire “il pericolo se verrà applicato lo ius soli”.

Tre fantocci realizzati con abiti, carta e plastica, “insanguinati” con salsa di pomodoro lasciati sul marciapiede davanti al cancello d’ingresso della sede del municipio di ostia, assieme a un volantino di forza nuova con su scritto “l’emigrazione è il genocidio dei popoli, kyenge dimettiti”. Uno striscione appesso su un ponte di Ostia con su scritto “l`italia non è una burocrazia. No allo ‘ius soli'”, firmato da casa pound italia.

Le due formazioni di estrema destra hanno protestato per la presenza, a Ostia, sul litorale di Roma, del ministro per l’integrazione, Cecile Kyenge, che alle 18.30 è a una conferenza organizzata proprio nella sede del municipio. Per questo sono stati intensificati dispositivi di sicurezza. L’obiettivo è di scongiurare qualsiasi eventuale tensione, dopo che questa mattina, durante un blitz, alcuni attivisti di Forza Nuova avevano affisso dei manichini insanguinati davanti al cancello del municipio X, contro la partecipazione del ministro al dibattito.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

deandre