Ciclone Francesco, monsignor Becciu: “Il suo non è un approccio populista”

Monsignor Giovanni Angelo BecciuMonsignor Giovanni Angelo Becciu, sostituto alla Segreteria di Stato, originario di Pattada, torna sulle parole pronunciate dal Papa a Cagliari.

banner-unione“Francesco è stato netto nel criticare un sistema economico finanziario in cui prevale l’idolo del denaro e del profitto; dove si è pronti a fare tutto, anche sacrificare i diritti fondamentali dell’uomo”. Così, intervistato dal Messaggero, monsignor Angelo Becciu, sostituto alla Segreteria di Stato vaticana commenta le parole del papa a Cagliari. “Il Papa ha parlato a braccio – sottolinea -, dicendo che il discorso ufficiale che aveva preparato lo avrebbe consegnato al vescovo. Ecco, lì c’era un passaggio proprio sulle difficoltà degli imprenditori e dei commercianti. Il Papa si è forse concentrato sulla prima categoria, quella dei senza lavoro, probabilmente colpito dalle lacrime di quei due disoccupati che hanno parlato davanti a lui. Ma era difficile restare indifferenti. La denuncia del Papa, tuttavia, escludo volesse sostenere un sistema basato sull’assistenzialismo o sullo statalismo. Certamente occorre inventiva da parte degli imprenditori e, ripeto, maggiore solidarietà”. Nessun approccio populista: ” Le parole del Papa si inseriscono nella Dottrina Sociale della Chiesa. Laddove ci sono povertà estreme non si può restare indifferenti”. “Il suo è un discorso cristologico – afferma monsignor Becciu anche al Corriere della Sera – la salvezza totale di fronte a Gesù. Chi ha deve condividere, e investire: l’imprenditoria intelligente che opera in maniera adeguata. Parlare di pauperismo impoverisce il discorso”.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

deandre