Fondi ai Gruppi: notificati 33 avvisi di garanzia
Sotto accusa anche Barracciu, Lai e Spissu

barracciu

Sono stati tutti notificati i 33 inviti a comparire per l’inchiesta-bis sui fondi ai gruppi consiliari. Tra i destinatari ci sarebbe anche Francesca Barracciu, fresca vincitrice delle primarie del centrosinistra. Oltre a Mario Diana (Pdl), l’inchiesta coinvolgerebbe consiglieri della tredicesima legislatura appartenenti ai gruppi del Pd, della Margherita e di Progetto Sardegna.

banner-unioneSono stati tutti notificati i 33 avvisi di garanzia agli altrettanti consiglieri regionali della Sardegna coinvolti nell’inchiesta-bis della Procura di Cagliari sui fondi ai gruppi. Gli indagati sono tutti consiglieri del centrosinistra della passata legislatura, quando governatore era Renato Soru (Pd). Secondo alcune indiscrezioni, nel mirino della Procura sono finiti gli esponenti del Partito democratico, della Margherita e di Progetto Sardegna. Tra loro anche Francesca Barracciu, fresca vincitrice delle primarie del centrosinistra.

BARRACCIU – “Non mi è arrivato niente e se mai dovesse arrivare qualcosa, sono assolutamente tranquilla”. Così Francesca Barracciu (Pd), fresca di vittoria nelle primarie del centrosinistra per la scelta del candidato presidente della Regione Sardegna alle elezioni del 2014, risponde sulle voci insistenti e rilanciate dai social network su un eventuale coinvolgimento nell’inchiesta stralcio sui fondi dei Gruppi del Consiglio regionale aperta dalla Procura di Cagliari. Secondo quanto si è appreso, complessivamente gli indagati per peculato sono 33, sarebbero tutti del centrosinistra e della passata legislatura, oltre a Mario Diana, ex capogruppo Pdl, indagato per la legislatura in corso e il cui ufficio ad Oristano è stato perquisito dalla polizia giudiziaria. Diana, ora capogruppo di “Sardegna è già domani”, secondo gli inquirenti avrebbe speso circa duecentomila euro del Gruppo per scopi non legati all’attività consiliare. L’inchiesta-bis sulla gestione dei fondi dei Gruppi del Consiglio regionale è coordinata dal sostituto procuratore Marco Cocco. Fra le spese contestate anche quelle per pranzi, per l’acquisto durante le festività natalizie di Rolex e penne Montblanc, ma anche di libri antichi. Tutte uscite per le quali la Procura ora chiede i giustificativi.

I NOMI DEGLI INDAGATI – Tra i destinatari dei 33 inviti a comparire ci sarebbero anche Renato Cugini, Silvio Lai, Alberto Sanna, Francesco Sanna, Angelina Corrias, Francesca Barracciu, Giacomo Spissu, Siro Marroccu, Giovanni Giagu, Eliseo Secci, Giommaria Uggias, Francesco Sabatini e Marco Meloni. Gli indagati, oltre a Mario Diana (Pdl) appartengono ai gruppi del Pd, della Margherita e di Progetto Sardegna e sono ex consiglieri della tredicesima legislatura.

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 1 =

Translate »