Inps, rimosso il dirigente dell’ufficio da cui è partita la richiesta-scandalo all’84enne

L’anziano di Riccione doveva rendere all’Istituto 1 centesimo
Il provvedimento è stato annullato d’ufficio

L’Inps ha rimosso il dirigente responsabile della richiesta di rimborso di un centesimo arrivata a un pensionato di 84 anni di Riccione, Emilio Casali. Lo fa sapere lo stesso Inps con una nota in cui spiega che esiste da anni una procedura che impedisce il recupero di «indebiti irrisori» sotto la soglia di 12 euro.

Emilio Casali (Ansa/Bove)

LA NOTA CON LE SCUSE – «Nel caso del signor Casali, con il quale l’Istituto si scusa per il disagio provocato – si legge nella nota – questa procedura di salvaguardia non è stata correttamente attivata ed ha provocato l’indebita richiesta di restituzione per il valore di un centesimo di euro; provvedimento che è stato annullato d’ufficio. Sulla questione l’Inps ha avviato una indagine amministrativa interna per evitare che simili incresciosi episodi possano tornare a ripetersi. Al termine dell’inchiesta di audit è stata individuata la responsabilità dell’operatore, che verrà sanzionata, e del mancato controllo da parte del direttore della sede Inps di competenza, che è stato rimosso e destinato ad altro incarico».

 

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × cinque =

Translate »