IL MARÒ LATORRE, PROVENIENTE DA NEW DELHI, È ATTERRATO A GROTTAGLIE – QUATTRO MESI IN ITALIA PER RECUPERARE L’ATTACCO ISCHEMICO – LA BOLDRINI SI SVEGLIA CONTRO L’INDIA

ANSALaura Boldrini, a margine della sua visita al carcere minorile “Malaspina”. “Indipendentemente dal fatto che siano o meno colpevoli non si capisce perché non c’è stata una presa di posizione chiara delle autorità indiane e perché ci sono stati tutti questi rinvii”…

MASSIMILIANO LATORRE CON LA FIGLIA

L’aereo con a bordo il marò Massimiliano Latorre, proveniente da New Delhi, è atterrato alla Stazione elicotteri della Marina militare a Grottaglie. Qui l’attendono il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, e i capi di Stato maggiore della Difesa e della Marina, Luigi Binelli Mantelli e Giuseppe De Giorgi.

Nel Circolo ufficiali dell’insediamento militare di Grottaglie il marò tarantino ha incontrato i familiari. Con loro c’erano il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, e il capo di Stato maggiore della Marina, ammiraglio Giuseppe De Giorgi. Non c’era invece, come previsto in un primo momento, il capo di Stato maggiore della Difesa, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli.

Massimiliano Latorre

 “Sono felicissima che sia in Italia, spero che si riprenda e che stia meglio. Finalmente staremo con papà tutti insieme noi figli”. Lo dice all’ANSA Giulia Latorre, figlia del fuciliere della Marina.

 Boldrini: bene rientro Latorre ma servono tempi certi – “Si deve fare in modo che la vicenda dei marò si risolva. Il rientro a casa di Latorre è certamente una cosa positiva, ma servono tempi certi sulla definizione del caso”.

salvatore girone Massimiliano Latorre

Lo ha detto il presidente della Camera, Laura Boldrini, a margine della sua visita al carcere minorile “Malaspina”. “Indipendentemente dal fatto che siano o meno colpevoli – ha aggiunto – non si capisce perché non c’è stata una presa di posizione chiara delle autorità indiane e perché ci sono stati tutti questi rinvii”.

L’OK DELLA CORTE INDIANA AL RIENTRO (di Maurizio Salvi) – Massimiliano Latorre potrà trascorrere quattro mesi in Italia per recuperare in un ambiente privo di stress, e in famiglia, la sua miglior forma dopo il brutto attacco ischemico avuto il 31 agosto scorso. La decisione, salutata con sollievo dalle autorità italiane, è stata presa a New Delhi dal presidente della Corte Suprema, R.M. Lodha, nel corso di un’udienza di 30 minuti svoltasi in un clima disteso, insolito per gli appuntamenti in tribunale legati alla vicenda dell’incidente in cui il 15 febbraio 2014 morirono al largo del Kerala due pescatori indiani.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre − 3 =