Igea, nuova protesta a Campo Pisano. Operaio sale su una torretta a 35 metri

Schermata 2014-09-15 a 06.34.54 sardinia postProtesta questa mattina davanti ai cancelli dell’Igea di Iglesias, la società in house della Regione titolare delle concessioni minerarie. I lavoratori – per questa mattina era prevista anche un’assemblea – hanno dato vita ad un sit-in davanti all’ingresso del sito minerario di Campo Pisano dell’azienda pubblica. ”Tra i lavoratori c’è grande preoccupazione – spiega Ugo Cocco, delegato Rsu Cisl – e vogliono capire quali siano le prospettive per il futuro. Adesso si attende l’arrivo dei rappresentanti sindacali per un’informativa, poi si deciderà quali altre azioni intraprendere”. I lavoratori chiedono certezze sul futuro dell’azienda mineraria. Quesiti che i giorni scorsi erano stati sollevati dai rappresentanti sindacali anche davanti all’assessore regionale dell’Industria, Maria Grazia Piras, che aveva garantito l’impegno della Regione per la risoluzione della vertenza.

Al termine dell’assemblea, un lavoratore – evidentemente non soddisfatto dell’esito dell’incontro – per protesta si è arrampicato su una torretta alta 35 metri che sovrasta l’area denominata Pozzo 2, dove c’è un serbatoio d’acqua. Il gesto, hanno spiegato i sindacalisti presenti a Camo Pisano, sarebbe individuale e spontanea e i colleghi stanno tentando di far scendere subito il lavoratore che dovrebbe essere dell’aera amministrativa: è esasperato perché da cinque mesi senza stipendio.

Nel corso dell’assemblea i sindacati hanno rimarcato la necessità che venga presentato al più presto il piano industriale. ”Non si può perdere altro tempo – ha spiegato poi Giampaolo Delriodelegato Rsu Cgil – deve essere presentato il piano industriale perché possa dare prospettive all’azienda e ai lavoratori”.


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro + 12 =

Translate »