Facebook non retrocede di un passo, ancora oscurati.

ANCORA OSCURATI, FACEBOOK NON MOLLA,
NEANCHE NOI: “I’M AN ANT”!,
NOI ANDIAMO AVANTI: IL 28 ESCE IL LIBRO


F_0
  
 

 
lingue

 

 
Ci risiamo, facebook mi ha nuovamente oscurato, inizialmente per 30 ore per poi, scontata la “pena”, scoprire che intendevano “dire” 30 giorni, giusto appunto privarmi del piacere di comunicare agli amici e amici degli amici della messa in vendita nella giornata del 28 di ottobre de “Il libro nero su Facebook”.F_5
 
Il grande censore, questa volta, ha potuto così notare “casualmente”, che avevo postato un video, da me presentato come “TERRIBILE”, di un bambino che indossando indumenti riconducibili al gruppo Is, il famigerato gruppo terroristico islamista attivo in Siria e Iraq, con un coltellaccio mimava lo sgozzamento e il taglio della testa del suo orsacchiotto bianco. Secondo facebook che ha rimosso il filmato, io non avrei rispettato gli Standard della comunità di facebook e perciò vengo per l’ennesima volta “bloccato” in via temporanea per 30 ore, che l’indomani diventano provvidenzialmente 30 giorni.
La realtà è che io quel post l’avevo condiviso dalla pagina Facebook di Al Arabiya, che continua imperterrita ad postare video per l’appunto “TERRIBILI” senza che il pool di Menlo Park muova un dito o censuri alcunché. Naturalmente ho contestato la mia censura spiegando che la mia sola “colpa” è stata quella di condividere un video postato, sempre da facebook, addirittura dalla televisione Araba.
 
F_3
 
L’educazione non è prerogativa dello staff di Zuckerberg, visto che non ho ricevuto alcuna spiegazione e, ovviamente, nessuna risposta. Curioso che, monitorando in questi giorni, ho notato come il Video incriminato sia ancora presente nella pagina di Al Arabiya, avendo ricevuto oltre 2 milioni di visualizzazioni e un’infinità di condivisioni, compresa la mia.
 
F_4
 
Certo, i miei 5000 mila “seguaci” non sono niente in confronto ai 13 milioni della televisione Araba, che conta per la verità 50 milioni di mi piace tra facebook, twitter, instagram e g+, tanto da annunciarlo, con orgoglio maniacale, sulla sua stessa pagina di facebook.
 
E sì l’amico Mark Zuckerberg non vorrebbe inimicarsi il mondo Arabo, soprattutto di quella parte, io invece sono e resto quella povera formica che al massimo può dargli un leggero formicolio all’alluce sinistro.
 
Non importa, perché Noi non ci fermiamo.
La pazienza è una cosa che, soprattutto quando sei grande e ne hai visto tante, è qualcosa che non ti manca e non costa granché.
Aspettiamo e chissà che l’Elefante prepotente e strafottente non debba pentirsi di aver sottovalutato la… Formica.
Antonello
 
F_2

  

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *